UPCOI

Università Popolare per la Cooperazione Internazionale

Archivi per la categoria 'Comunicati' Categoria


Attività

Scritto da Admin il 5 dicembre 2011

AD ALBANO LAZIALE CORSI PER TUTTI, CULTURA E TEMPO LIBERO CON L’UNIVERSITA’ POPOLARE PER LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE

 

 

Giornalismo, dizione, grafica pubblicitaria, marketing e comunicazione degli eventi. Sono i primi quattro corsi organizzati ad Albano Laziale dall’Università Popolare per la Cooperazione Internazionale. Le lezioni inizieranno il 18 ottobre e si terranno una volta alla settimana nelle aule dell’ “Associazione San Francesco insieme per la pace” in via Castro Pretorio n.4. I corsi hanno durata trimestrale, al termine verrà rilasciato l’attestato di frequenza previsto dalla Legge regionale del Lazio n.4/2007. Da febbraio, inoltre, saranno attivati altri seminari e laboratori che riguarderanno le più varie materie, dalle lingue alla storia, dalle attività artistiche alle tematiche sociali. L’Università, inoltre, organizza ripetizioni individuali per gli alunni delle scuole elementari, anche a domicilio. Per iscriversi ai corsi è sufficiente lasciare un acconto di 100 euro, per ogni corso che si intende frequentare, alla segreteria didattica in corso Cavour 28, per poi provvedere al saldo al momento dell’inizio delle lezioni, insieme alla sottoscrizione della tessera associativa, il cui costo per il Socio ordinario è di 15 euro. La tessera, che ha validità per l’anno accademico in cui si intende frequentare i corsi dell’Upcoi, ha un costo di 10 euro per i minori di 18 anni (autorizzati all’iscrizione da chi esercita la patria potestà), per chi ha più di 65 anni e per ognuno dei componenti di un gruppo di almeno tre persone che si iscrivono al medesimo corso. Inoltre dà diritto a usufruire delle convenzioni elencate sul sito dell’Università. Per informazioni sui costi e altro è possibile contattare la segreteria al numero di tel. 345-7674077, oppure tramite e-mail all’indirizzo unipopcoi@gmail.com. L’Università Popolare per la Cooperazione Internazionale si pone come obiettivo quello di mettere a disposizione dei cittadini conoscenze ed esperienze, nell’ottica di un continuo scambio, anche tra diverse culture. Con l’Upcoi si potrà imparare in un ambiente amichevole, impiegando solo poche ore alla settimana, senza spendere una fortuna, e con la possibilità di partecipare a eventi, manifestazioni, rassegne e presentazioni. Le attività sono programmate nel corso dell’intero anno e sono aperte a tutti, indipendentemente dall’età e dal titolo di studio.

Pubblicato in Comunicati | Nessun commento »

“Quello che le mamme non dicono”, presentazione alla Galleria Colonna

Scritto da Admin il 21 giugno 2010

Martedì 22 giugno alle 18, a “La Feltrinelli” alla Galleria Colonna a Roma, Enrica Cammarano presenta “Quello che le mamme non dicono” (Rizzoli) di Chiara Cecilia Santamaria, con la presenza dell’autrice.

L’invito alla presentazione:

invito-santamaria-22-giugno-feltrinelli-colonna-roma.jpg

Pubblicato in Appuntamenti, Comunicati | Nessun commento »

Quattro anni di “Conversazioni con l’autore”, un bilancio

Scritto da Admin il 17 giugno 2010

Nel corso delle quattro edizioni della rassegna “Conversazioni con l’autore”, organizzata dai giornalisti Enrica Cammarano e Massimo Marciano, sono intervenuti ospiti illustri per confrontarsi con un pubblico sempre attento e partecipe su tematiche legate all’attualità affrontate nei loro libri.

Tra gli altri abbiamo avuto il piacere di incontrare Fabrizio Paladini, inviato di Panorama, che ha presentato il volume “Gli artigli dell’Aquila. Vita, morte e miracoli del terremoto”. Un’occasione importante e significativa, durante la quale, in una sorta di ponte ideale, si è cercato di solidarizzare ancora una volta con gli abruzzesi, piegati dal dolore e dalle ferite lasciate dal sisma del sei aprile 2009. Il ricavato del volume era, infatti, destinato a borse di studio per gli studenti dell’Università dell’Aquila, affinché non lasciassero la città.

La rassegna si è sempre distinta per l’attenzione alla cronaca: con Michele Prestipino, il magistrato che dopo quarantatré anni di latitanza ha firmato la cattura di Bernardo Provenzano, è stata ricostruita la mappa attuale di Cosa Nostra. Al sostituto procuratore di Palermo l’amministrazione comunale ha voluto donare una targa per ringraziarlo dell’impegno con cui si è distinto nella lotta alla criminalità organizzata. Con Giuseppe Ayala, invece, amico e collega di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, è stata rivisitata la “piovra” degli anni ottanta e novanta. Altre inchieste giudiziarie, che hanno accompagnato, e qualche volta avvelenato, la nostra storia più recente, sono state riproposte grazie a un testimone d’eccezione: Ferdinando Imposimato, il giudice che si occupò prima del sequestro e dell’omicidio di Aldo Moro, e poi dell’attentato a Giovanni Paolo II. E ancora la cronaca più recente, come il delitto a Perugia della studentessa inglese Meredith Kercher, ricostruito dall’inviata del Corriere della Sera, Fiorenza Sarzanini. Altre giornaliste hanno animato la rassegna: Monica Maggioni e Adriana Pannitteri, rispettivamente inviata e conduttrice del Tg1, hanno parlato l’una del conflitto in Iraq, l’altra dei numerosi casi di matricidi degli ultimi anni e del caso Englaro. Sulle guerre nell’ex paese di Saddam e in Afghanistan si è soffermato anche Franco Di Mare, cronista della Rai apprezzato per il suo equilibrio. Non solo: l’irachena Michelle Nouri ci ha offerto uno spaccato davvero interessante del suo paese prima della guerra.

Della situazione politica italiana abbiamo discusso con Sergio Rizzo, autore del bestseller “La Casta”, e con Antonello Caporale che ha presentato “Impuniti”. E non sono mancati momenti dedicati all’investigazione, con l’allora colonnello dei carabinieri e comandante del Ris di Parma, Luciano Garofano, che ha presentato “Delitti imperfetti”, o alle malattie del presente con il noto psichiatra Rosario Sorrentino, con il suo volume interamente dedicato agli attacchi di panico. E ancora: della vita di Giovanni Paolo II abbiamo, invece, parlato con il vaticanista Gianfranco Svidercoschi, di quella di Oriana Fallaci con la giornalista Maria Giovanna Maglie. Tra gli altri ospiti il conduttore di “Terra”, Tony Capuozzo, la professoressa Anna Oliverio Ferraris che si è soffermata sul delicato problema del bullismo.

Un occhio particolare, infine, è stato riservato ai temi dell’immigrazione e dell’accoglienza, con la presentazione del libro “I giovani al di là della legge. Italia- Romania, esperienze a confronto”, edito dalla Città di Albano e dall’Università Popolare dei Castelli Romani. Uno studio sulla delinquenza minorile che raccoglie i punti di vista di magistrati, avvocati ed esperti del settore e che è stato presentato e distribuito anche a Bucarest. Il volume, scritto in italiano e in romeno, contiene alcune interviste realizzate in carcere in Romania con giovani detenuti.

Pubblicato in Albano, Comunicati | Nessun commento »

La distruzione, la vita, la forza, la solidarietà, il futuro: l’Abruzzo negli occhi dell’inviato

Scritto da Admin il 31 ottobre 2009

Il ricavato dalla vendita del libro di Fabrizio Paladini è destinato a borse di studio per gli studenti dell’Università dell’Aquila affinché non lascino la città

Gli artigli dell’Aquila“La cosa che più mi colpì la mattina di lunedì 6 aprile, quando arrivai a l’Aquila - scrive Fabrizio Paladini, inviato di Panorama - fu la vita rimasta sospesa alle 3.32 della notte. Vedere le case aperte, senza più una parete, senza una finestra, senza una protezione, così che qualsiasi sguardo estraneo poteva posarsi su quella notte. Così che ogni passante, vittima, soccorritore o curioso poteva entrare nelle abitazioni degli altri e violare ancora una volta una riservatezza finita, in tutti i sensi, sotto le macerie”. L’autore de “Gli artigli dell’Aquila. Vita, morte e miracoli dal terremoto” in libreria per Vallecchi (pp. 180, 16 euro), dopo il primo reportage all’indomani del terremoto, torna in Abruzzo nei luoghi devastati,  per dare voce alle parole dei sopravvissuti e di coloro che hanno prestato il loro servizio nelle operazioni di soccorso.

Nasce un libro che raccoglie quindici indimenticabili testimonianze in prima persona, storie che danno voce ad altre migliaia vissute in silenzio. Esempi di come possa esser soltanto la tenacia di ognuno di noi a trasformare il dolore privato e lo sgomento collettivo in speranza per l’intera comunità. Quindici storie e quindici protagonisti ritratti da uno dei più grandi fotografi italiani Massimo Sestini accompagnato da Dario Orlandi in questo compito non facile, volti toccati dalla tragedia  ma pronti a ricominciare e a mostrare tutta la loro determinazione.

InvitoIl giornalista sarà ad Albano Laziale nella sala giunta di Palazzo Savelli il 10 novembre, alle 17, per il secondo appuntamento di “Conversazioni con l’autore”, la rassegna organizzata dal Comune in collaborazione con l’Università Popolare dei Castelli Romani, giunta alla sua quarta edizione. Un appuntamento che ha un significato particolare: il ricavato della vendita del libro è destinato a borse di studio per gli studenti dell’Università dell’Aquila affinché non lascino la città. “Abbiamo deciso di invitare Paladini per ricordare una tragedia che ha colpito tutti noi, e che ci ha visto in prima linea nei soccorsi, grazie all’impegno della nostra sezione della Protezione civile”, dice il sindaco.

Per Marco Mattei il sostegno verso una popolazione così duramente colpita deve continuare anche e soprattutto “lontano dal clamore, perché sulla scia dell’emozione è più facile reagire con solidarietà, mentre il tempo che passa guarisce le ferite più superficiali e tende a cancellare o a sfumare i contorni di quanto accaduto”. “Noi - conclude il sindaco - abbiamo rassicurato gli amministratori di San Demetrio e Fossa, dove gli uomini della nostra Protezione Civile hanno allestito i campi base, che non ci saremmo dimenticati di loro. Questa iniziativa è una testimonianza di come, anche una semplice presentazione di un libro, possa trasformarsi in solidarietà reale”.

Pubblicato in Albano, Albano, 4/a edizione, Appuntamenti, Comunicati | Nessun commento »

Un libro per conoscere e per conoscersi

Scritto da Admin il 19 ottobre 2009

InvitoDialogo, maggiore conoscenza, scambio di informazioni. Sono i principi che ispirano il volume “I giovani al di là della legge. Italia – Romania: esperienze a confronto”. Duecento pagine in cui si analizzano i reati più frequenti commessi da minorenni italiani e romeni e come i due paesi, che condividono le origini storiche da cui si formò quel ceppo latino che contribuì a formare l’ossatura dell’Europa, contrastano il fenomeno della delinquenza minorile. Non solo: il lavoro si sofferma anche sui percorsi riabilitativi e sui progetti di reinserimento sociale previsti dagli ordinamenti giudiziari di Italia e Romania.

Le autrici del libro sono una giornalista italiana e un’avvocatessa romena, Enrica Cammarano e Geta Lupu, che hanno raccolto le testimonianze e le idee di magistrati, esperti del settore e colleghi. La ricerca, promossa dalla Città di Albano e dall’Università Popolare dei Castelli Romani, è bilingue: tutto il materiale è infatti tradotto anche in romeno. Il volume contiene inoltre interviste realizzate con giovani detenuti nel carcere di Iasi, la città più grande della Romania dopo Bucarest.

“Il nostro auspicio – afferma Enrica Cammarano – è quello di favorire, partendo da culture e lingue diverse, un avvicinamento vero e reale, e di offrire un piccolo contributo alla riflessione di coloro che sentono ancora il desiderio e il bisogno di non fermarsi davanti ad apparenze e luoghi comuni”. Tra i promotori dello studio il sindaco di Albano, Marco Mattei, secondo il quale “iniziative come questa servono a dare alla parola integrazione un significato più concreto”.

E proprio ad Albano, il 20 ottobre alle 17, nel teatro del seminario vescovile, in piazza San Paolo 4, si terrà la presentazione ufficiale del libro. A dicembre, invece, promotori, autrici e collaboratori del libro incontreranno nella capitale romena giornalisti ed esponenti politici per l’illustrazione dei contenuti.

Pubblicato in Albano, Albano, 4/a edizione, Appuntamenti, Comunicati | Nessun commento »

Italia-Romania: un libro di analisi e riflessioni contro gli stereotipi della cronaca recente

Scritto da Admin il 18 ottobre 2009

I giovani al di là della legge

“I giovani al di là della legge. Italia-Romania: esperienze a confronto”. E’ il libro che apre la quarta edizione di “Conversazioni con l’autore”, il ciclo di presentazioni di libri promosso dal Comune di Albano e organizzato dall’Università Popolare dei Castelli Romani. Appuntamento martedì 20 ottobre alle 17 al teatro del seminario vescovile, in piazza San Paolo 4 ad Albano.

Si tratta di un appuntamento particolare. libro, infatti, è edito a cura del Comune di Albano e dell’Università Popolare

dei Castelli Romani. E’ una ricerca, curata da Enrica Cammarano e Geta Lupu, che tenta di andare, con i numeri e soprattutto con testimonianze di vita, al di là degli stereotipi a cui la cronaca recente ci ha purtroppo abituato. Una ricerca che mette insieme le esperienze dei due Paesi nella lotta alla criminalità, non nascondendo le criticità e le peculiarità di due nazioni legate fin dal lontano passato.

All’incontro, oltre alle due autrici, parteciperanno il sindaco di Albano, Marco Mattei, e il giornalista Massimo Marciano, curatore di “Conversazioni con l’autore” e presidente dell’Università Popolare dei Castelli Romani.

Pubblicato in Albano, Albano, 4/a edizione, Appuntamenti, Comunicati | Nessun commento »

“Panico” di Sorrentino e Tani: un libro su un male oscuro protagonista a “Conversazioni con l’autore”

Scritto da Admin il 14 aprile 2009

Panico - Una bugia del cervello che può rovinarci la vitaC’è chi li ha definiti la malattia del XXI secolo e chi purtroppo quotidianamente ci convive  ricordando la prima volta come un’esperienza sconvolgente: sono gli attacchi di panico, un disagio che colpisce molte persone, in Italia sono quasi due milioni, e sul quale molti psichiatri  e neurologi stanno concentrando  studi e ricerche.

La Mondadori su questo argomento ha pubblicato un libro scritto dal dottor Rosario Sorrentino - neurologo, membro della American Academy of Neurology e fondatore dell’Istituto per la ricerca degli attacchi di panico di Roma - e Cinzia Tani, scrittrice e conduttrice di programmi televisivi, dal titolo “Panico - una bugia del cervello che può rovinarci la vita”. Il libro sarà il protagonista insieme al dottore Sorrentino dell’ appuntamento di giovedì 16 aprile  di Conversazioni con l’autore, il ciclo letterario promosso dal Comune della città di Albano in collaborazione con l’Università Popolare dei Castelli Romani, coordinato e condotto dai giornalisti Enrica Cammarano e Massimo Marciano.

Leggere le pagine di questo volume significa prendere coscienza di una realtà  divenuta fenomeno comune a molti di noi. “Panico” descrive, con un linguaggio chiaro e semplice adatto a lettori di target diversi, in cosa consiste questo disturbo, le cause, le tipologie e le sue caratteristiche e mentre la giornalista Tani pone domande precise e puntuali, il professore risponde con esaustività analizzando i vari aspetti del problema. Un libro utile non solo a chi è colpito da attacchi di panico, ma a tutti coloro che si trovano ad affrontare il problema anche se non da protagonisti. 

“Conversazioni con l’autore è diventato ormai un appuntamento attesissimo dal pubblico di Albano e non solo – ha detto il Sindaco della città Marco Mattei – e la vastità degli argomenti trattati in questo lungo periodo, quella di quest’anno è la terza edizione della kermesse, la rendono sempre viva ed interessante. Accolgo con piacere i due autori e li ringrazio per la loro disponibilità ad incontrare il pubblico di Albano.”

L’appuntamento con “Conversazioni con l’autore” è per giovedì 16 aprile alle 17 nella Sala Giunta di Palazzo Savelli ad Albano. 

Pubblicato in Albano, Albano, 3/a edizione, Appuntamenti, Comunicati | 6 Commenti »

Ad Albano il giudice ed ex parlamentare Imposimato presenta il suo lbro sull’assassinio di Aldo Moro ”Doveva morire”

Scritto da Admin il 15 febbraio 2009

E’ per giovedì 19 febbraio prossimo, alle 17 nella sala giunta del Comune di Albano, l’appuntamento con Ferdinando Imposimato, il giudice istruttore della vicenda del rapimento e dell’uccisione di Aldo Moro. L’ex parlamentare ed ex magistrato, attualmente avvocato, presenterà il suo libro, scritto insieme al giornalista Sandro Provvisionato, “Doveva morire”: una ricostruzione lucida e ampiamente documentata dell’inchiesta su uno dei misteri più importanti, ma anche più fitti, della storia recente dell’Italia. Un libro dal quale emergono dubbi inquietanti su strane omissioni e misteriosi atteggiamenti di politici, inquirenti, investigatori.

L’incontro con Imposimato è il secondo appuntamento nell’ambito della terza edizione di “Conversazioni con l’autore”, ciclo di presentazioni di libri e incontri con l’autore promossi dall’assessorato alla cultura del Comune di Albano, con la collaborazione dell’Università Popolare dei Castelli Romani, curati dai giornalisti Enrica Cammarano e Massimo Marciano.

Qui di seguito l’invito alla presentazione, aperta a tutti, e il comunicato dell’ufficio stampa del Comune di Albano.

Invito

Non un rapimento, ma un mistero della Prima Repubblica. A 30 anni dalla sua uccisione, il caso Moro continua a far discutere e a gettare ombre non del tutto dissolte su ruoli e parti giocate in quei lunghi 55 giorni di prigionia dell’allora Presidente della Dc.
Se ad assassinare materialmente Aldo Moro furono le Br, dove vanno cercati i mandanti?

“Conversazioni con l’autore”, il ciclo di appuntamenti letterari promosso dal Comune di Albano Laziale curato e presentato da Enrica Cammarano e Massimo Marciano, torna giovedì 19 febbraio alle ore 17 presso la Sala Giunta di Palazzo Savelli, pronto ad affrontare ancora una volta un argomento a dir poco scottante. A sedere sulla poltrona dell’ospite, dopo Fiorenza Sarzanini che con il libro su Amanda Knox ha aperto la terza edizione della kermesse, sarà il giudice Ferdinando Imposimato, autore insieme al giornalista Sandro Provvisionato del libro “Doveva morire - Chi ha ucciso Aldo Moro”.

Ferdinando Imposimato è uno dei magistrati che ha maggiormente lavorato sul caso del rapimento e della morte dello statista democristiano e in questo libro racconta quello che in trenta anni non è mai stato visto e rivelato. Fatti, documenti e relazioni proposte per la prima volta che lasciano esterrefatti. Non si è potuto proprio fare nulla? Oppure sono state ignorate segnalazioni e bloccati ordini di perquisizione che sarebbero stati decisivi? E’ vero che in almeno sette occasioni Moro poteva essere liberato e invece si è preferito non far nulla?

“Doveva morire - ha dichiarato il Sindaco di Albano Marco Mattei - ripercorre un pezzo della nostra storia, che seppur drammatico appartiene a tutti noi e giovedì 19 febbraio incontrando il giudice Imposimato e poi leggendo il libro, avremo l’occasione di addentrarci in modo più approfondito nei meandri di una vicenda che nonostante il lungo tempo trascorso è più che mai viva”.

Pubblicato in Albano, Albano, 3/a edizione, Comunicati, Senza categoria | Nessun commento »

La terza edizione di “Conversazioni con l’autore” al via con Fiorenza Sarzanini e il suo libro sui protagonisti del delitto dei Perugia

Scritto da Admin il 15 gennaio 2009

Amanda e gli altriDopo due fortunate edizioni, anche nel 2009 l’amministrazione comunale di Albano , in collaborazione con l’Università Popolare dei Castelli Romani, ripropone “Conversazioni con l’autore”. Da giovedì 22 gennaio fino a maggio dunque Palazzo Savelli offrirà di nuovo la sua platea ai libri e agli scrittori di grande successo.

Ideato e coordinato come al solito dai giornalisti Enrica Cammarano (Radio Dimensione Suono) e Massimo Marciano (Ansa), “Conversazioni con l’autore” riparte con l’obiettivo che l’ha sempre contraddistinto: offrire al pubblico un momento di buona cultura con la possibilità di commentare insieme agli autori le pagine dei loro libri.

Dopo Toni Capuozzo (Tg5), Sergio Rizzo (Corriere della Sera, coautore de “La Casta”), Michele Prestipino (magistrato di Palermo, autore di “Codice Provenzano”), Adriana Pannitteri (Tg1, con “Madri assassine”), solo per citare alcuni dei personaggi che hanno preso parte alle passate edizioni, giovedì 22 gennaio sarà Fiorenza Sarzanini, giornalista del Corriere della Sera, a segnare il debutto targato 2009.

Fiorenza Sarzanini è autrice di “Amanda e gli altri - Vite perdute intorno al delitto di Perugia”, un libro basato sul personaggio molto controverso di Amanda Knox, la giovane studentessa americana accusata di aver partecipato un anno fa insieme ad altri due ragazzi, uno italiano e l’altro ivoriano, all’omicidio di Meredith Kercher, la ventenne inglese giunta anche lei in Italia per studiare. Un fatto di cronaca che ha fatto molto discutere. Ma, soprattutto, a catalizzare l’attenzione dell’opinione pubblica è stata all’epoca dei fatti, e lo è tutt’ora, la personalità della presunta assassina con la faccia d’angelo. Ed è proprio lei il personaggio al centro di questo libro che scopriremo giovedì 22 gennaio alle 17 a Palazzo Savelli (sede del Municipio di Albano) insieme all’autrice, Enrica Cammarano, Massimo Marciano e al sindaco Marco Mattei.

“Nelle due precedenti edizioni abbiamo avuto l’onore di ospitare grandi personaggi - ha detto Mattei - e con loro abbiamo scoperto e apprezzato grandi libri. Spero che la risposta del pubblico sia entusiasta anche quest’anno come negli anni scorsi”.

Pubblicato in Albano, Albano, 3/a edizione, Appuntamenti, Comunicati | Nessun commento »

 

Bad Behavior has blocked 705 access attempts in the last 7 days.